GAOM Gruppo Amici Ospedali Missionari | 2011
491
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-491,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

2011

A Gambo viene quasi ultimata la ristrutturazione della fattoria e vengono acquistati due nuove mucche ed un toro proveniente dalla fattoria di Shashemene. L’ospedale di Gambo viene invece attrezzato di un nuovo ecografo, ultimo modello realizzato dalla giapponese Hitachi.

 

A Shashemene vengono formati professionalmente i 4 ragazzi di strada che seguono il progetto “dabbo bet” sulla produzione di pizza, biscotti, creme e dolci. Prosegue il micro credito per i figli dei lebbrosi: i ragazzi coinvolti sono 17. A Tikur Wuha prosegue la messa a dimora di piante da frutta, avogado, carrube e mango e si prepara il terreno per un vivaio; viene scavato il pozzo per l’acqua ed inizia la costruzione di tre vasche per l’allevamento di telapia nilotica, un pesce locale. A Wendo Genete viene ripristinato il pozzo danneggiato da una frana causata da una falda acquifera.

 

In tutti questi anni rimangono inoltre costanti l’invio di attrezzature, medicinali e latte in polvere, e la presenza periodica dei medici e dei tecnici del GAOM nell’ospedale di Gambo e nel poliambulatorio di Shashemene. Inoltre sono più di cento le adozioni a distanza che il GAOM sta sostenendo presso la missione di Gambo.